Piani di Castelluccio di Norcia

Castelluccio si trova a circa 28 km da Norcia, raggiungibile attraverso una strada panoramica, posto in cima ad una colle che si eleva sull’omonimo altopiano (Piani di Castelluccio) tra i più vasti dell’Italia Centrale ed inserito nel Parco nazionale dei Monti Sibillini, ad una altitudine di 1.452 m s.l.m. che ne fanno uno dei centri abitati più elevati degli Appennini. Di fronte ad esso si erge la sagoma del Monte Vettore (2.476 m). I Piani di Castelluccio sono un altopiano carsico-alluvionale dell’Appennino centrale (Appennino Umbro-Marchigiano), situato nel versante umbro marchigiano dei Monti Sibillini, ai piedi del Monte Vettore, all’interno del territorio dei comuni di Norcia (PG) e Castelsantangelo sul Nera (MC), nei pressi della frazione di Castelluccio, e del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, e che costituisce il fondo di un antico lago appenninico, ora prosciugatosi e noto per i suoi fenomeni carsici. Il Parco nazionale dei Monti Sibillini (1993), è un’area protetta di 72.000 ha che ospita animali quali il lupo, l’aquila reale ed il falco pellegrino. Il Monte Vettore (2.478 m) è uno dei più alti monti dell’appennino centrale, nonché cima più alta delle Marche. A breve distanza dalla sommità, si trova il Lago di Pilato (1.941 m), di origine glaciale. Le sue acque ospitano una colonia di Chirocefalus Marchesoni, un minuscolo crostaceo Altra meta è la Cima del Redentore (2.448 m), cima più alta dell’Umbria, e l’omonima spettacolare cresta che consente una superba vista aerea sui piani di Castelluccio (1.350 m), di circa 15 km², rappresentati principalmente dal Pian Grande e dal Pian Perduto. Essi sono famosi per la Fiorita, ossia l’imponente fenomeno di fioritura che colora il piano tra la fine di maggio e l’inizio di luglio (soprattutto papaveri, fiordalisi, margherite). Nel 2014 viene festeggiata ufficialmente nel paese domenica 29 giugno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.