La ferrovia Capranica – Civitavecchia

La ferrovia abbandonata Capranica – Civitavecchia è oggi diventata un percorso per gli appassionati di Montain Byke. Partendo dalla Stazione di Sutri – Capranica e percorrendo tutta la tratta della vecchia ferrovia, ormai dismessa, si può raggiungere Civitavecchia.  Lungo il percorso si incontrano le stazioni  di Barbarano Romano, Bandita di Barbarano, Bieda, Civitella Cesi, Monteromano, Allumiere e  Mole del Mignone, dove abbiamo sostato per poi tornare indietro sullo stesso percorso. Suggestivo il ponte sul fiume Mignone, oltre ad una serie di gallerie alcune delle quali superano il km di lunghezza. Sono tutte prive di illuminazione e vi è una cospicua presenza di acqua e fango,  è necessario dotarsi di torce elettriche così come di scorte di acqua in quanto non vi sono luoghi per l’approvvigionamento idrico.
La Storia
I lavori di costruzione della Civitavecchia – Capranica – Orte iniziarono nei primi mesi del 1922 con due cantieri aperti insieme: uno tra Civitavecchia e Capranica e l’altro tra Ronciglione e Orte. Già dall’inizio, si manifestarono tutti i problemi sull’accidentalità e qualità dei terreni da attraversare. Questi di dimostrarono subito molto più gravi rispetto a quanto preventivato nel progetto, tanto da portare la Società Elettro Ferroviaria Italiana a nuovi studi per creare varianti. I lavori durarono 6 anni, troppi per una linea di poco più di 78 km, ma questo dato, rende bene delle difficoltà incontrate. Nell’ultimo anno fu posato il binario costituito da rotaie proveniente per la maggior parte dalle fonderie di Piombino. Malgrado i lavori non fossero ultimati, il 1 novembre 1928, il Presidente della Società Elettro Ferroviaria Italiana, invitava autorità e personaggi locali al viaggio inaugurale della nuova ferrovia che consisteva in una vera e propria gita in treno con partenza da Orte. Solo il 28 ottobre 1929, la Civitavecchia – Capranica – Orte venne completata e aperta al regolare traffico passeggeri e merci, ma senza elettrificazione: questa mancanza segnerà un triste destino alla Civitavecchia-Capranica-Orte.

Scarica

Commenti chiusi